ottobre

Resta come ti vedo
senza raggi
ma con la luce
senza luna
ma con la pace
di chi chiude gli occhi
ad occhi aperti.

Resta come uno scorcio
grande quanto si può guardare
immobile come il deserto
leggero dove appare
solo il contorno delle case

Resta fuori dalle finestre
lievemente
così a vederti è sempre caldo
e resta sospeso
con il tuo colore autunno
e di viola il manto

che nell’aria allarghi
dilatando il tempo
poco prima di scurirti
come quando non resti più.